Cannes, Piazza e Grassadonia apriranno la Settimana della critica


il 21 Aprile 2017 - 12:47 14.729

Cinema

Cannes, Piazza e Grassadonia
apriranno la Settimana della critica

"Sicilian ghost story" dei registi palermitani è stato finanziato dalla Sicilian Fim Commission.

PALERMO - "Sicilian ghost story" sarà il film d'apertura della Semaine de la critique al Festival di Cannes. Lo annunciano su Facebook i registi palermitani Fabio Grassadonia e Antonio Piazza. "Il più grande onore che la Semaine può dare a un film! Per la prima volta nella storia del festival a un film italiano!", scrivono sulla loro pagina i due cineasti, già acclamati dalla critica di Cannes per la loro opera prima "Salvo". E citano Charles Tesson, direttore artistico della Semaine: "Fabio Grassadonia e Antonio Piazza aprono la Semaine de la Critique del Festival di Cannes con un incredibile film, incrocio di generi diversi, che combina sguardo politico, fantasia e storia d’amore, con potente maestria".

Il film, raccontava in anteprima a I love Sicilia qualche mese fa Antonio Piazza "è una favola d'amore molto commovente" con sfumature gotiche. E' stato girato in Sicilia, dopo il riconoscimento ottenuto per la sceneggiatura al "Sundance Institute Screenwriters Lab". E' una storia di adolescenti: Giuseppe un ragazzino di tredici anni, che scompare e Luna, una compagna di classe innamorata di lui, che non si rassegna alla sua misteriosa sparizione. Si ribella al silenzio e alla complicità che la circondano e pur di ritrovarlo, discende nel mondo oscuro che lo ha inghiottito e che ha in un lago una misteriosa via d'accesso.

Dunque, assente dal concorso principale, l'Italia conquista l'apertura della Semaine de la Critique, la prestigiosa rassegna che si svolge negli stessi giorni del festival di Cannes (18-26 maggio). I due registi siciliani tornano sulla Croisette dopo aver vinto con il bel film d'esordio, Salvo, nel 2013 il Gran Premio della Semaine e il Premio Rivelazione al 66/mo Cannes. Il festival francese così li ha messi sotto la sua ala protettrice e per il loro secondo film - una coproduzione italo-franco-svizzera che ha avuto il sostegno della Sicilian Film Commission della Regione - offre loro la ribalta dell'apertura.

Questa storia di fantasmi siciliana, è una favola nera. Ma anche una favola d'amore. Protagonisti sono i tredicenni Julia Jedlikowska (Luna), polacca palermitana, e Gaetano Fernandez (Giuseppe) del quartiere Zisa di Palermo, entrambi per la prima volta sul grande schermo, incontrati dopo un lungo casting di nove mesi in Sicilia. Il film è una coproduzione di Indigo Film, Cristaldi Pics con Rai Cinema per l'Italia; Mact Productions, JPG Films per la Francia; Ventura Film, RSI-Radiotelevisione Svizzera/SRG SSR per la Svizzera. The Match Factory cura le vendite internazionali.

“Siamo particolarmente contenti di un riconoscimento così importante, inaugurare la Semaine de la Critique è un onore solitamente destinato a film francesi”, dichiara Anthony Emanuele Barbagallo, assessore al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana. “Per la prima volta nella storia del Festival - aggiunge Alessandro Rais, direttore dell’Ufficio Speciale per il cinema e l’audiovisivo / Sicilia Film Commission - questo primato è riservato ad un film italiano e questa importante e qualificata presenza è ancor più rilevante in una edizione che vede invece l'assenza di titoli italiani nel concorso ufficiale”.

Il film di Grassadonia e Piazza è il primo interamente girato tra i laghi e le foreste del Parco regionale dei Nebrodi e nel Comune di Troina (En), nel cuore della Sicilia, un set di straordinaria bellezza naturalistica, valorizzato dalla maestria del direttore della fotografia, Luca Bigazzi.


il 21 Aprile 2017 - 12:47 14.729