Cuffaro e Orlando: l'incontro "Faremo delle valutazioni"


12 Settembre 2017 - 15:39 7.317

Le elezioni

Cuffaro e Orlando: l'incontro
"Faremo delle valutazioni"

Le parole del sindaco di Raffadali: "Insieme? Valuteremo". La precisazione: "Nessuna candidatura".

PALERMO - "Io con Leoluca Orlando? Ancora non c'è niente, lo incontrerò domani a Palermo. Io da più di un anno sostengo il progetto di creare un movimento dei sindaci in risposta a come siamo stati trattati dalla Regione in questi anni: ne parlai con Orlando prendendo un caffè. Se con lui e altri colleghi troveremo un accordo allora lavoreremo insieme". Così risponde all'ANSA Silvio Cuffaro, sindaco di Raffadali e fratello dell'ex governatore Totò Cuffaro.

Silvio Cuffaro aggiunge: "Non vedo Orlando da oltre venti giorni, domani sarò a Palermo per la riunione dell'Anci Sicilia. Ci ritroveremo con gli altri colleghi amministratori, faremo delle valutazioni". La lista dei territori in sostegno del candidato del centrosinistra Fabrizio Micari? "Il progetto se si fa è quello del movimento dei sindaci".

"Preciso che domani è prevista la riunione del Collegio regionale dell'Anci, al quale partecipano sindaci e consiglieri comunali componenti. L'Anci, come è noto, è un'associazione alla quale aderiscono sindaci e consiglieri di tutte le sensibilità politiche. La riunione dell'Anci - come accade, è accaduto e accadrà - non affronterà temi che attengono a liste e schieramenti politici". Lo precisa all'ANSA il presidente dell'Anci Sicilia, Leoluca Orlando. "Per ciò che attiene il mio impegno per il percorso di svolta alla Regione con la coalizione di centrosinistra - aggiunge Orlando - preciso che non è prevista, né è mai stata all'ordine del giorno, la candidatura del sindaco Silvio Cuffaro".

"Non ho mai parlato di una mia candidatura alle regionali, io sono e rimangono di centro e moderato. Sono libero e non ho impegni con nessuno. Sono stato io un anno e mezzo fa a spingere Leoluca Orlando a fare opposizione al governo Crocetta e al governo Renzi che hanno messo in ginocchio i comuni e se all'epoca si fosse creato 'il movimento dei sindaci' oggi sarebbe strutturato". Lo dice Silvio Cuffaro, sindaco di Raffadali (Ag). "Vorrei sapere nel concreto cosa pensano Nello Musumeci, Fabrizio Micari e Giancarlo Cancelleri del ruolo dei sindaci, su come lavorare insieme per la crescita della Sicilia, per creare una grande rete al di la' dei colori politici - aggiunge Cuffaro - In questo momento è come se i sindaci non esistessero, non ci danno le risorse e gli strumenti per affrontare le tante emergenze in capo ai comuni. Domani vedremo se sarà possibile avere un confronto con i miei colleghi, magari qualcuno di loro sa qualcosa dei programmi dei candidati alla Regione anche se personalmente non sento parlare di come vogliano affrontare il confronto con i comuni". "Essere stati abbandonati proprio da Renzi e Crocetta che sono stati sindaci prima che premier e presidente di Regione - sostiene Silvio Cuffaro - è vergognoso. Se ci fossero le condizioni per aggregare i sindaci in un movimento a quel punto bisognerebbe rimettere in discussione le alleanze in atto". (ANSA).


12 Settembre 2017 - 15:39 7.317