Nominati i vertici di Airgest Scelti Di Fatta e Amico


il 08 Febbraio 2018 - 17:42

Trapani

Nominati i vertici di Airgest
Scelti Di Fatta e Amico

Nomine "transitorie" all'aeroporto di Birgi. Confindustria: "Subito un nuovo bando".

PALERMO - Ci sono anche i vertici di Airgest, la società di gestione dell'aeroporto di Birgi, tra le nomine “transitorie” del governo regionale. L'assemblea dei soci oggi ha nominato due membri su tre del cda. Sono Lucia Di Fatta, capo di gabinetto dell'assessore regionale al Turismo, e Gianluigi Amico, capo di gabinetto del presidente della Regione. Nomi diversi da quelli che erano circolati nelle indiscrezioni della stampa locale in questi ultimi giorni. Non è stato ancora nominato il terzo membro del cda. Era dimissionario il presidente Franco Giudice. Il governo ha esercitato lo spoils system ma così come avvenuto per le altre nomine di sottogoverno di queste ore, la scelta è ricaduta su collaboratori stretti di presidente e assessori. Dopo le elezioni politiche di marzo matureranno i tempi per le nuove nomine.

Gregory Bongiorno



Intanto, però, a Trapani c'è preoccupazione per il futuro dell'aeroporto. Soprattutto dopo lo stop al bando di Airgest per l'accoglimento da parte del Tar del ricorso di Alitalia. “L’invito rivolto al governo regionale è quello di istituire, nel più breve tempo possibile, un tavolo con gli assessorati coinvolti così da predisporre un nuovo bando con carattere di urgenza per salvare la stagione estiva – dice Gregory Bongiorno di Sicindustria -. Ovviamente dovrà essere questo nuovo consiglio di amministrazione, pur se a quanto pare transitorio, a bandire la nuova gara. Non è infatti possibile attendere oltre”.

La stagione estiva è ormai alle porte. E la paura è che un'ulteriore attesa possa essere fatale. “Il rischio – dice l'esponente confindustriale - è quello di danneggiare un asset che ha finora creato sviluppo e occupazione nel territorio, ma sopratutto si rischia di far svanire un sogno che invece sembrava possibile, ossia che in questa provincia si possa vivere di turismo. Non lo meritano tutti coloro, e tra questi molti giovani, che hanno investito sul settore, confidando su questa nuova ricetta di sviluppo del territorio”.


il 08 Febbraio 2018 - 17:42