"La non conferma di Antoci? Un favore a Cosa nostra"


13 Febbraio 2018 - 20:49 3.578

Emiliano

"La non conferma di Antoci?
Un favore a Cosa nostra"

La polemica dopo la revoca dell'incarico.

 BARI - La scelta del governatore della Sicilia, Nello Musumeci, "di non rinnovare e addirittura di interrompere anticipatamente" l'incarico di presidente del Parco dei Nebrodi a Giuseppe Antoci, "è un grande favore a Cosa Nostra". Lo dice all'ANSA il presidente della Regione Puglia e leader di Fronte democratico, Michele Emiliano. "E' incredibile - aggiunge - che la legge sul cosiddetto Spoil System in vigore alla Regione Sicilia, venga utilizzata anche nei confronti di chi, a parere unanime di tutta la comunità nazionale, ha svolto il suo ruolo con assoluta dedizione, capacità, e soprattutto a rischio della sua stessa vita".

Emiliano sottolinea come Antoci abbia "avuto il merito di avere intuito e stroncato uno dei principali business delle mafie italiane che utilizzavano terreni di proprietà pubblica per avere finanziamenti europei". E ricorda che Antoci, "straordinario servitore dello Stato, avrebbe dovuto essere peraltro candidato al Parlamento". "Della sua mancata candidatura - precisa Emiliano - sarà sempre responsabile il Pd". E, sottolinea, "in questo momento di particolare debolezza, Antoci viene attaccato e si rende un grande favore a Cosa Nostra che nei suoi confronti ha un conto aperto". "Infatti - ricorda Emiliano - Giuseppe vive da qualche anno sotto scorta, ha subito un attentato gravissimo che è stato sventato solo per miracolo dalla polizia di Stato che lo scortava". "E questo 'ringraziamento' che viene dato a Giuseppe Antoci per tutto il lavoro che ha fatto - rileva - certamente non incoraggerà i funzionari dello Stato e della Regione Sicilia che continueranno la lotta alla mafia". Emiliano, esprimendo il suo "dolore profondo nei confronti di questa scelta di non rinnovare alla carica di presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci", conclude con la "speranza che il presidente Musumeci possa rimeditare questa scelta". (ANSA).


13 Febbraio 2018 - 20:49 3.578