Edilizia in crisi a Palermo Persi oltre mille posti di lavoro


14 Febbraio 2018 - 15:32

I dati 2017 della Cassa edile

Edilizia in crisi a Palermo
Persi oltre mille posti di lavoro

Il 22 febbraio, alle 16, a Palazzo delle Aquile si terrà una manifestazione dei disoccupati.

PALERMO - A Palermo gli operai edili al lavoro nel 2017 sono scesi a 9.821 unità (erano 11.
072 nel 2016), con una perdita di 1.251 operai. Le ore di lavoro svolte passano da 8 milioni e 873.652 del 2016 a 7 milioni 601.927 del 2017. La massa salari è calata da 118 milioni di euro a 100 milioni di euro nel 2017. Sono i dati della Cassa edile, resi noti dalla Fillea-Cgil del capoluogo siciliano. "Il passaggio tra il 2017 e il 2018 doveva segnare un'inversione di tendenza. Invece i dati confermano che nel settore dell'edilizia continua la crisi", afferma il segretario generale della Fillea Palermo Francesco Piastra, che ha diffuso i dati nel corso del suo direttivo svolto oggi in via Meli, alla presenza dei delegati di cantieri pubblici e privati come Coime, Tecnis, Cefalù 20, Italcementi, Bolognetta scpa, Cava Buttitta. Il 22 febbraio, alle 16, davanti a palazzo delle Aquile si terrà una manifestazione dei disoccupati edili di Fillea, Filca, Feneal, con la presenza degli operai dei cantieri in esaurimento (Sis), che stanno per rimanere senza lavoro. "Il Comune aveva annunciato investimenti per 60 milioni di euro. Chiediamo di conoscere a che punto è la fase di progettazione di questi lavori. E a Leoluca Orlando, confermato sindaco della città metropolitana di Palermo, chiediamo di fare in fretta sulle opere di rifacimento delle strade provinciale, che nei giorni scorsi - aggiunge Piastra - hanno ricevuto un ulteriore finanziamento di 26 milioni dal governo nazionale". (ANSA).


14 Febbraio 2018 - 15:32