L'aveva detto e l'ha fatto L'assessora si incatena a Roma


14 Febbraio 2018 - 17:53 11.630

Mariella Ippolito

L'aveva detto e l'ha fatto
L'assessora si incatena a Roma

La protesta sotto la sede dell'Inps. Il rientro a Palermo.

ROMA-"I chiarimenti non viaggiano per posta elettronica certificata. Sto arrivando Tito Boeri. Dato che non rispondi al telefono, fatti trovare!". Questo il messaggio sulla bacheca, poi l'azione, perché l'aveva detto e l'ha fatto.

L'assessora regionale alla Famiglia, Mariella Ippolito, si è incatenata sotto la sede dell'Inps a Roma.  La protesta nasce perché da due mesi l'Inps non paga i 7 mila precari ex Pip ed Asu. L'Istituto presieduto da Tito Boeri si rifiuta di rinnovare la convenzione con la Regione. Da qui la scelta dell'assessora di incatenarsi, dopo l'annuncio.


È rientrata stanotte a Palermo da Roma, dopo avere sospeso la protesta perché da due mesi l'Inps non paga i 7 mila precari ex Pip ed Asu, l'assessore regionale Mariella Ippolito. Ha avuto un incontro con il direttore generale dell'Inps Gabriella Di Michele. "Ho ottenuto delle prime rassicurazioni", ha spiegato.

 


14 Febbraio 2018 - 17:53 11.630