Msc Divina debutta a Palermo Farà scalo in città per 27 volte


09 Aprile 2018 - 17:00

Trasporti

Msc Divina debutta a Palermo
Farà scalo in città per 27 volte

La nave da crociera tra le più grandi della flotta sarà ogni lunedì nel capoluogo siciliano.

PALERMO - La nave da crociera Msc Divina è stata accolta oggi a Palermo dai rappresentanti delle autorità e delle istituzioni locali, invitati a bordo per il consueto scambio crest con il comandante della nave Ferdinando Ponti. A dare il benvenuto a bordo per festeggiare insieme ufficialmente l'estate di Msc Crociere a Palermo era presente anche Beppe Lupelli, Area Manager Puglia e Sicilia. La nave, arrivata nel porto per la prima volta lunedì di Pasquetta, vi farà scalo ogni lunedì per 27 volte, fino al 1 ottobre.

"Msc Crociere nel 2018 incrementa del 35% propria presenza a Palermo in tutti i periodi dell'anno - ha spiegato Beppe Lupelli - arrivando a movimentare quasi 280.000 crocieristi grazie a 56 scali in 12 mesi. Nella stagione invernale che si è appena conclusa abbiamo avuto Msc Meraviglia, adesso arriva Msc Divina che invece resterà per tutta l'estate e successivamente tornerà Msc Meraviglia per le crociere della stagione invernale 2018/2019. A queste si aggiunge lo scalo di Msc Musica che a marzo ha effettuato una sosta a Palermo durante la crociera di ritorno dal Sud America. Ma Palermo resterà al centro della programmazione anche nel prossimo anno, quando arriverà a Palermo anche la nuova nave Grandiosa che entrerà in servizio a novembre del 2019".

"L'arrivo della Msc Divina consolida la presenza nel porto di Palermo della compagnia, che passa dalle 49 toccate del 2017 alle 56 di quest'anno, con due colossi come la Divina e la Meraviglia che movimenteranno circa 265 mila crocieristi, quasi la metà dell'intero traffico - commenta il presidente dell'Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, Pasqualino Monti -. Dispiace non poter ancora essere accoglienti come vorremmo ma ormai lo stallo riguarda il passato, la storia del presente racconta, finalmente, la ripartenza dei lavori al molo Vittorio Veneto e alla stazione marittima, oltre alla demolizione dei sili sul molo Piave e dei corpi bassi su via Crispi per permettere allo sguardo di spaziare oltre i confini portuali. Si tratta di passi obbligati per riqualificare l'offerta portuale e rendere il porto all'altezza delle navi che lo scalano e della città che rappresenta".


09 Aprile 2018 - 17:00