Commissione Statuto dell'Ars Non c'è accordo sul presidente


il 10 Luglio 2018 - 17:19

PALAZZO DEI NORMANNI

Commissione Statuto dell'Ars
Non c'è accordo sul presidente

La maggioranza si spacca e non si vota.

PALERMO - Si è insediata oggi all'Ars la Commissione parlamentare speciale Statuto. Non c'è ancora un presidente, però: la votazione per eleggere i vertici è stata rimandata quando è stato lampante che il candidato della maggioranza, Elvira Amata di Fratelli d'Italia, non avrebbe ottenuto i voti necessari. Alcuni rappresentanti delle opposizioni e qualche esponente della maggioranza, come Vincenzo Figuccia dell'Udc, avevano dichiarato l'intenzione di votare piuttosto per Giuseppe Compagnone, di Popolari e autonomisti. "Mi sembra più corretto - spiega Figuccia - che quel posto vada a un parlamentare con un alto profilo autonomista, che possa realmente dare un contributo per le battaglie della Sicilia".

La Commissione ha lo scopo di studiare, elaborare ed esaminare le proposte di legge per la modifica e la revisione dello Statuto della Regione siciliana; dovrà predisporre una proposta organica di riforma dello Statuto da trasmettere al Parlamento. Componenti della Commissione sono: Cappello e Pagana (5Stelle); Pellegrino e Milazzo (FI); Gucciardi e Cracolici (Pd); Compagnone e Pullara (AeP); Savarino (DB); Figuccia (Udc); Amata (FdI); Tamajo (Sicilia Futura); Caronia (Misto).

In assenza di un presidente eletto, il parlamentare più anziano, proprio Compagnone, convocherà la Commissione per la prima volta e nel corso della prima seduta si eleggeranno presidente, vicepresidente e segretario. La vicepresidenza, stando alle indiscrezioni di palazzo, dovrebbe andare al Movimento 5 stelle.


il 10 Luglio 2018 - 17:19