Alcamo, crisi al Comune Si è dimesso Fundarò


il 08 Luglio 2013 - 17:20

Nuova maggioranza?

Alcamo, crisi al Comune
Si è dimesso Fundarò

Burrasca a Palazzo. La coalizione che appena un anno fa ha eletto Bonventre a sindaco non c'è più da tempo ed il passo indietro di Fundarò non ha fatto altro che registrare e certificare un cambio repentino del quadro politico.

ALCAMO (TRAPANI)- Si apre la crisi al Comune di Alcamo. L'assessore Massimo Fundarò ha presentato le sue dimissioni ed ha anticipato il rimpasto che viene dato per certo. Il sindaco Sebastiano Bonventre ha la necessità di rilanciare la sua azione amministrativa ed ha un percorso obbligato, quello dell'esecutivo. Fundarò, espressione di Sinistra Ecologia e Libertà, ha visto, progressivamente, ridursi i suoi spazi politici anche rispetto al terremoto elettorale che ha colpito l'intero centrosinistra cittadino.

Fundarò giustifica così la sua decisione: “Ho ritenuto che il clima di incertezza venutosi a creare non giovasse all’amministrazione ed alla città, per questo motivo ho presentato le mie dimissioni da assessore. Non essendoci più le condizioni personali e politiche per la mia permanenza in giunta ho preso questa decisione”. La coalizione che appena un anno fa ha eletto Bonventre a sindaco non c'è più da tempo ed il passo indietro di Fundarò non ha fatto altro che registrare e certificare un cambio repentino del quadro politico. Le dimissioni dell'assessore ecologista – si occupato di ambiente e di raccolta dei rifiuti – potrebbero essere soltanto il primo capitolo di una storia ancora tutta da scrivere e che può determinare anche la definizione di una nuova maggioranza.

Fundarò, annunciando e confermando le sue dimissioni, che erano comunque nell'aria, ha aggiunto che “Fra i tanti obiettivi raggiunti, mi preme rilevare: la realizzazione, dopo oltre vent’anni del nuovo cimitero, il progetto per il rifugio sanitario per i cani, gli interventi fitosanitari che hanno salvato le nostre palme, l’avvio di una nuova politica di mobilità sostenibile con il recupero delle bici elettriche di cui già possono fruire i cittadini e del bus elettrico che circolerà nelle prossime settimane. Mi rimane un solo rammarico non aver completato il progetto del parco suburbano già intitolato alla mia amica Caterina Stellino”.


il 08 Luglio 2013 - 17:20