Striscioni di Forza Nuova sul dramma palestinese


14 Luglio 2014 - 11:04

Palermo

Striscioni di Forza Nuova
sul dramma palestinese

Gli attivisti di Forza Nuova, che si battono da sempre per la liberazione della Palestina, si schierano anche a Palermo, denunciando il terrorismo israeliano, che molto ricorda nei metodi quello "alleato" della seconda guerra mondiale, e chiedono, come tanti altri militanti nazionalpopolari europei, la cessazione dei bombardamenti.

PALERMO - Sono 172 i morti, più di 1100 i feriti, tutti palestinesi, tantissimi i bambini, le donne, gli anziani e si tratta di un bilancio provvisorio, perché l'ennesimo atto del genocidio palestinese va in scena immerso nel silenzio assordante e complice della comunità internazionale e della stampa allineata. Lo "Stato ebraico", che fonda se stesso sulla superiorità giuridica e religiosa di una razza, agisce indisturbato e ben armato contro una nazione inerme che poco o nulla riesce a fare, priva com'è di armi e di contraerea adeguate; questa non è una guerra: è una strage di innocenti.

Gli attivisti di Forza Nuova, che si battono da sempre per la liberazione della Palestina, si schierano ancora una volta, anche a Palermo, dalla parte della verità incontrovertibile, denunciando il terrorismo israeliano, che molto ricorda nei metodi quello "alleato" della seconda guerra mondiale, e chiedono, come tanti altri militanti nazionalpopolari europei, la cessazione dei bombardamenti e un ruolo di interposizione per l'Italia e per l'Europa al fine di mantenere ordine e pace nel Medio Oriente e in tutto il bacino del Mediterraneo.

 


14 Luglio 2014 - 11:04