Intesa imprese-Ucciardone Una lavanderia in carcere


22 Maggio 2017 - 12:48

Palermo

Intesa imprese-Ucciardone
Una lavanderia in carcere

L'annuncio della firma del protocollo è stata data dal deputato di Forza Italia Vincenzo Figuccia

PALERMO – “Nel mio mandato parlamentare – afferma Vincenzo Figuccia, deputato regionale di Forza Italia - ho dedicato particolare attenzione alla situazione delle carceri siciliane e alla condizione dei detenuti. Ho spinto, nelle mie visite ai penitenziari, affinchè la prescrizione costituzionale di luogo per la rieducazione venisse autenticamente applicata. Ed oggi sono felice di essere stato testimone di un accordo tra due imprese e il carcere Ucciardone di Palermo per l’impiego dei detenuti in progetti lavorativi. E’ stato siglato un accordo con due aziende operanti in Sicilia, per la realizzazione di insediamenti produttivi all’interno dello stesso penitenziario. Nel carcere troveranno presto sede una lavanderia industriale e un laboratorio per il confezionamento dei detersivi – continua il deputato azzurro Vincenzo Figuccia. Nella fase di avvio saranno coinvolti circa dieci detenuti-lavoratori, in un progetto di rieducazione che vede proprio nel lavoro un tassello fondamentale. I locali deputati alla produzione, precedentemente utilizzati come magazzini, sono messi a disposizione in comodato d’uso gratuito dall’Ucciardone. Il percorso intrapreso è una vera e propria occasione di riscatto per persone che decidono di cambiare per davvero”.

Le imprese che hanno sottoscritto l’accordo con l’istituto penitenziario sono la Papalini Spa, azienda marchigiana ma che opera in Sicilia, già con 500 dipendenti, e la Intrachimica del ragusano. “Le attività si inseriranno in un progetto di inserimento lavorativo precedentemente avviato dall’Ucciardone, che vede già in funzione negli ambienti dell’Istituto un pastificio e una sartoria – afferma la direttrice del carcere Rita Barbera –. Con i loro guadagni i detenuti coinvolti nel progetto, debitamente formati, possono sostenere anche le loro famiglie, molte delle quali vivono in condizioni di disagio. Lavoro è sinonimo di dignità, il nostro impegno va in questa direzione”.


22 Maggio 2017 - 12:48