Sanità, stop ai concorsi Dieci commissari in scadenza


il 10 Agosto 2018 - 12:23

La lettera

Sanità, stop ai concorsi
Dieci commissari in scadenza

L'assessorato alle aziende: sospendere le procedure concorsuali. Possibili deroghe, sottolinea Razza

PALERMO - Stop a tutte le assunzioni nelle aziende sanitarie e ospedaliere siciliane. In attesa del completamento dell'iter della nuova rete ospedaliera, l'assessorato regionale alla Salute blocca le aziende con una lettera firmata dall'assessore Ruggero Razza e dal dirigente generale Mario La Rocca. La missiva, con data di ieri, fa riferimento alla delibera della commissione Sanità dell'Ars che, dando il via libera alla nuova rete ospedaliera, ha votato una risoluzione che impegna il governo regionale a emanare un atto di indirizzo sui concorsi da avviare o già avviati, in considerazione del fatto che la nuova rete inciderà sulle piante organiche e in vista della conclusione della selezione dei nuovi direttori generali. La lettera lascia la possibilità di procedere solo per le aree critiche, per la stabilizzazione di personale precario e per lo scorrimento di graduatorie.

Intanto sta scadendo il tempo per dieci commissari di Asp e ospedali nominati dal governo Crocetta. Per loro nel giro di poche settimane si concluderà l'iter di decadenza dall'incarico, per effetto della sentenza della Corte costituzionale che ha dichiarato illegittime le loro nomine. Ad aver ricevuto la lettera che informa dell'avvio dell'iter della procedura di decadenza, dà notizia Repubblica, sono stati Giovanni Bavetta (Asp Trapani), Fabrizio De Nicola (Policlinico Palermo), Gervasio Venuti (Asp Agrigento), Antonio Candela (Asp Palermo), Giovanni Migliore (Arnas Civico), Maurizio Aricò (Villa Soia-Cervello), Gaetano Sirna (Asp Messina), Salvatore Ficarra (Asp Ragusa), Michele Vullo (Policlinico Messina) e Giorgio Santonocito (Ospedale Garibaldi). L'orientamento del governo sarebbe però quello di riconfermarli per il bereve temp oche rimane per chiudere la selezione dei nuovi manager, per la quale i lavori della commissione selezionatrice sono ormai in fase avanzata.

> LEGGI ANCHE: "Sanità e paradossi: i manager sul filo"

Sul tema interviene il Movimento 5 Stelle. "Razza acceleri le procedure di selezione dei nuovi direttori generali e ripristini la legalità nelle aziende sanitarie siciliane, invece di ricorrere ad artifici giuridici per fare rientrare dalla finestra quello che la Consulta ha fatto uscire dalla porta principale, dichiarando l'illegittimità delle nomine dei commissari di Asp e ospedali e imponendone la decadenza". Lo dicono i deputati regionali del M5S rancesco Cappello, Salvo Siragusa, Giorgio Pasqua e Antonio De Luca, componenti della commissione Sanità dell'ARS. Il deputato regionale Francesco Cappello aggiunge: “E' assai paradossale, poi, che oggi, anziché discutere di nuovi direttori generali, si continui a discutere di Commissari che non dovrebbero essere più in carica da tempo, mentre nelle aziende ospedaliere siciliane regna solo caos e un'assoluta incertezza sulla legittimità degli atti da loro adottati dopo la pronuncia della Corte Costituzionale, che ricordiamo ne ha imposto la decadenza".

La nota di Razza

“La VI Commissione dell’Ars, invitando il governo, ha approvato una risoluzione che non blocca alcuna delle assunzioni relative al personale delle aree critiche e dell’emergenza/urgenza, né interrompe i percorsi di stabilizzazione dei precari della sanità e quelli relativi alla mobilità e non prevede nemmeno il blocco dello scorrimento delle graduatorie concorsuali ritenute valide ed efficaci”. Lo scrive l’assessore alla Salute, Ruggero Razza , che ha anche emanato una propria direttiva che “non esclude la possibilità di deroghe ad assunzioni di nuovo personale laddove fossero ritenute necessarie”, ma che dovranno tuttavia essere autorizzate dal Dipartimento pianificazione strategica dell’Assessorato. “Ancora una volta – conclude Razza – assistiamo ad un proliferare di pubblicazioni che contribuiscono solo a creare confusione. Credo che la migliore fonte resti sempre e comunque la Gurs che è costantemente aggiornata sulle centinaia di procedure di selezione di personale in corso”.

 


il 10 Agosto 2018 - 12:23