Nuovo furto all'ex Consorzio Asi "La situazione è insostenibile"


14 Settembre 2018 - 13:46

Palermo

Nuovo furto all'ex Consorzio Asi
"La situazione è insostenibile"

La denuncia del commissario Irsap Giovanni Perino.

PALERMO - Continuano i raid notturni nella sede dell’ex Consorzio Asi di Palermo a Brancaccio. L'ente ha sporto sempre regolare denuncia al commissariato di polizia di Brancaccio e ai carabinieri per i furti subiti per un totale di 21 denunce da settembre 2017 ad oggi. “A seguito della mole crescente di furti registrati ci siamo attivati per predisporre interventi e contromisure – così il commissario ad acta IRSAP, Giovanni Perino – fra cui l’installazione dell’impianto di allarme perimetrale attorno all’edificio, oltre che la messa in sicurezza gli impianti di climatizzazione manomessi, di cui gli uffici al momento sono privi per il furto delle unità esterne ed è stata sistemata la pavimentazione esterna divelta. Ad ogni modo la situazione furti al centro direzionale consorzio Asi di Palermo è divenuta insostenibile in termini di tutela e sicurezza dei lavoratori e per la stessa integrità dei plessi – continua il commissario ad acta IRSAP, Giovanni Perino, che ha inviato una nota agli Assessorati regionali Economia e Attività produttive, nonché al dirigente generale del Dipartimento regionale Attività produttive e per conoscenza al presidente Musumeci per chiedere indicazioni rispetto ad una ipotetica riallocazione degli Uffici Irsap in altra sede diversa dall’ex area Asi di Brancaccio -.

“Tale riallocazione – si legge nella nota di Perino – si ritiene opportuna, salvo diverso avviso, anche alla luce dei continui furti e danneggiamenti del centro direzionale da parte di ignoti, regolarmente denunciati alle autorità competenti, che hanno già comportato e ancora impongono a questo Istituto, di impegnare risorse finanziarie proprie per gli indispensabili interventi di messa in sicurezza degli stessi per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori - e continua – anche a salvaguardia dell’integrità dello stesso Centro direzionale Asi di Brancaccio, con i suoi 5 plessi, a breve sarà interamente acquisito al patrimonio della Regione, per effetto dell’articolo 13 L.R. 8/2018, e diventerà, come annunciato dall’Assessore Armao, sede del Data Center digitale della Regione siciliana.

Con periodicità quasi giornaliera, infatti, sono continuati i raid notturni nell’area ex Asi di Palermo nella zona industriale di Brancaccio, nei pressi di Leroy Merlin. Recentemente ad essere presi di mira gli uffici dell’Unità operativa Termini Imerese della SIS, Società Interporti Sicilia, in via Filippo Pecoraino, dove i ladri, sono entrati rompendo il vetro della porta e rubando all’interno del materiale informatico.

"L'Istituto regionale Irsap aveva già richiesto alla fine del 2017 lo spostamento degli uffici (sia per la sede legale Irsap sia per quella periferica di Palermo) presso una sede di rappresentanza in posizione più centrale - come prevede la LR 8/2018 e lo Statuto - che fosse più adeguata e consona a rispondere in maniera diretta ed efficace alle aziende in termini di servizi e assistenza presso una sede più centrale laddove già insistono organismi di categoria e di servizi alle imprese”, si legge in una recente nota della Direzione Irsap indirizzata al Dipartimento Attività Produttive.

Su richiesta dell’organizzazione sindacale UIL per oggi venerdì 14 settembre è stato convocato un incontro alle 15.30 nella sede Legale dell’IRSAP di via Ferruzza a cui sono state invitate a partecipare le organizzazioni sindacali per informarli delle misure adottate dall’Ente per garantire al personale alti livelli di sicurezza nei luoghi di lavoro.


14 Settembre 2018 - 13:46