Locali della movida al setaccio Scattano multe per 25 mila euro


il 11 Giugno 2019 - 16:46

PALERMO

Locali della movida al setaccio
Scattano multe per 25 mila euro

Controlli anche con etilometro e drugtest.

PALERMO - Proseguono i controlli nella zona della movida e in particolare dalle parti di via Candelai, dove nelle scorse settimane si è verificata una rissa ed un ragazzo è rimasto gravemente ferito. A coordinare gli interventi, la questura, con a capo i poliziotti del commissariato "Centro". In azione, gli agenti della divisione di polizia Amministrativa e Sociale, del reparto Prevenzione Crimine, dell’ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, della polizia stradale, dei commissariati cittadini, carabinieri, guardia di finanza, polizia municipale, nonché medici Polizia di Stato dell’Ufficio Sanitario della Questura che hanno coadiuvato i colleghi durante i controlli su strada, con etilometro e drugtest.

Sono intervenute anche le unità cinofile. I controlli sono cominciati in un pub in cui sono stati trovati circa 80 giovani che ballavano: è
 stato riscontrato che il titolare non era in possesso della licenza per serate danzanti e inoltre la licenza di somministrazione non permetteva nemmeno che si potesse diffondere musica. Registrata, inoltre, la violazione del divieto di fumo all’interno del locale da parte di un cliente: è scattato un verbale amministrativo di 50 euro, con sanzioni che in totale ammontano a 6000 euro.

Applicata anche una segnalazione per aver violato l’ordinanza di cessazione dell’attività abusiva emessa dal questore. Sempre in via Candelai, sono stati controllati altri tre pub. Per i titolari degli esercizi è scattata una sanzione di euro 173 euro: non erano in possesso dell'autorizzazione per l’occupazione del suolo pubblico. Gravi irregolarità anche quelle riscontrate in altri due locali: uno dei titolari non era in possesso di una licenza di vicinato che non permetteva la somministrazione al banco ed è stato, quindi, sanzionato per 5 mila euro.

Per un secondo locale, invece, è scattato il sequestro amministrativo, visto che il titolare somministrava alimenti e bevande senza essere in possesso della Scia comunale. Elevate al titolare sanzioni di 173 euro per occupazione di suolo pubblico, di 5 mila per la mancanza della Scia, e 3 mila per l'assenza della Dia sanitaria. Numerosi anche i controlli in via Monteleone: sei persone sono state denunciate per guida in stato di ebbrezza accertata attraverso etilometro. 

E’ stato effettuato anche un controllo presso un centro scommesse in corso Tukory. All’interno, tra i clienti, sono stati trovati due minori ai quali non è consentito l’accesso; inoltre, al momento dell’arrivo degli agenti, il titolare non era presente e poiché in licenza non era indicato alcun rappresentante in sostituzione è scattato un verbale di euro 1.032 euro. Sanzionati inoltre altri esercenti per un valore di 5.000 euro, circa, complessivi per occupazione di suolo pubblico, mancata esposizione tabella giochi proibiti e mancanza di DIA sanitaria. 

Nel corso dei servizi sono state sequestrate lungo le strade della movida anche numerose quantità di stupefacenti: 28 grammi di marijuana, 6 grammi di cocaina. Analoghi servizi, anche in questo caso, con l’utilizzo di etilometro e drugtest, sono stati effettuati lungo arterie trafficate, anche in orario serale e notturno, quali la via Cala e la via Dell’Olimpo: durante i controlli sono state identificate 308 persone e controllati 182 mezzi: deferiti sei automobilisti per guida in stato di ebbrezza ed elevate sanzioni per 2 mila euro. Le sanzioni ammontano in tutto a 25 mila euro.


il 11 Giugno 2019 - 16:46